Certaldo

Certaldo è una bella cittadina della Val d’Elsa fiorentina che si affaccia su una terra ricca di storia e bellezze naturali, con la sua parte vecchia, chiamata Certaldo Alta o il Castello, che mantiene tutto il fascino del borgo medioevale.

STORIA

Certaldo ha da sempre legato la sua storia a quella della più potente e ricca Firenze, infatti l’ultimo breve periodo di libertà del borgo è legato alla famiglia dei Conti Alberti tra il 1168 e il 1184.
Ottenuta la loro sottomissione, Firenze ha posto Certaldo come baluardo del potere mediceo in Valdelsa. Nei secoli successivi il paese ha subito le guerre fra Guelfi e Ghibellini ma ha anche avuto una grande l’espansione demografica ed finanziaria. Le famiglie fiorentine spesero per costruire edifici e palazzi di grande aspetto e la via Francigena ne consolida l’importanza.
Tra il Seicento e il Settecento inizia l’espansione della parte bassa ed il secolo dopo si ha un’ulteriore spinta economica dovuto alla costruzione della ferrovia.

DA VEDERE

  • Il Borgo vecchio (Certaldo Alta) è intatto in tutta la sua bellezza. Un insieme di vie e case perfettamente mantenute come nel Medio Evo con mattoni rossi, torri e palazzi a farla da padrona. Passeggiando per via Rivellino e via Boccaccio ci si tuffa nel tredicesimo secolo e si possono ammirare i molti monumenti certaldesi
  • L’antica canonica e la Chiesa dei SS. Tommaso e Prospero con il "Tabernacolo dei giustiziati" di Benozzo Bozzoli. Palazzo Stiozzi Ridolfi che occupa un intero isolato nel vecchio castello e che probabilmente ospitava il mercato nel loggiato interno
  • Palazzo Giannozzi, sotto il quale passa una delle vie più caratteristiche che collega Piazza SS Annunziata con Porta al Sole
  • Lo splendido Palazzo Pretorio che nasce come castello dei conti Alberti nel 1100 e fu successivamente sede dei Vicari fiorentini. Al suo interno la Camera del Cavaliere con la Madonna col Bambino la Crocifissione, la Camera della Sentenza, l’atrio con gli scudi vicariali. Il cortile interno è stato trasformato in giardino dall'artista Hidetoshi Nagasawa e ospita una casa da tè giapponese
  • Infine la Casa del Boccaccio, residenza del noto scrittore, e si affaccia sulla via principale del borgo, via Boccaccio. Adesso è la sede di una importante biblioteca del centro studi sul Boccaccio

GIOVANNI BOCCACCIO

Giovanni Boccaccio nasce nel 1313 a Certaldo, anche se non si hanno documenti certi in merito. Sicuramente, il poeta ha trascorso molti anni nella cittadina della Val d’Elsa e sicuramente vi morì nel 1375.

Certaldo si è sempre vantata del suo illustre cittadino ristrutturando la sua casa e dedicandogli alcune tra le più importanti manifestazioni annuali. In particolare negli ultimi anni, ha ricevuto un grande successo la la Boccaccesca - una rassegna gastronomica di prodotti tipici con la partecipazione anche dello Slow Food . Dopotutto Certaldo è la patria della cipolla di Certaldo, presidio Slow Food.

Dal cibo all'arte... letteraria. Infatti, Certaldo ospita anche un'importante premio letterario: il Premio Letterario Giovanni Boccaccio che annovera tra i vincitori più illustri autori come Bevilaqua, Biagi, Montanelli ed altri.

MERCANTIA

Teatralfestamercatomedioevale questa è la definizione che per molto tempo è stata utilizzata per definire la manifestazione che ogni estate cambia il volto del borgo medievale di Certaldo. Si tratta di una kermesse che unisce teatro, artisti di strada, spettacoli circensi, poesia, bancarelle di prodotti d'artigianato e mille altre cose e che ogni anno mostra un volto leggermente diverso.

FUNICOLARE

Vuoi per semplificare l'accesso alle famiglie e ai disabili alla parte alta e più antica di Certaldo o per qualche altro motivo, per accedere alla parte più bella di questo paese della Val d'Elsa c'è anche una funicolare. Più precisamente la funicolare collega il Castello medievale e la parte nuova. In un totale di 4 minuti di viaggio si fanno 55 metri di dislivello per 150 metri di risalita.