Montaione

Montaione è la classica cittadina immersa nel verde della Val d’Elsa, perfetta per una vacanza in Toscana.

Borgo piccolo (circa 3.500 abitanti) ma estremamente accogliente, fa risalire le origini dei sui primi insediamenti all’età etrusca e romana, come ci confermano i siti archeologici di necropoli e fornaci presso Poggio all'Aglione, Bellafonte, Iano e Castelfalfi.
La struttura attuale è medioevale e si estende intorno al Castello di Montaione, antico forte del 1200, circondato da torri con la piazza centrale dove si affacciano la chiesa di San Regolo e il Palazzo Pretorio.

SAN VIVALDO

A pochi chilometri da Montaione si trova il "Sacro Monte di San Vivaldo" detta anche la “Gerusalemme di Toscana” essendo la riproduzione esatta, in scala ridotta, della vera Gerusalemme della fine del XV secolo. Lo scopo della realizzazione delle cappelle a San Vivaldo era quello di offrire alla popolazione la possibilità di fare un pellegrinaggio senza andare in Terra Santa, che in quel periodo era sotto il dominio ottomano. Esiste una bolla del Papa Leone X di riconoscimento delle cappelle e la concessione di una indulgenza a coloro che vi sarebbero recati a pregare.
Oggi è possibile fare visite guidate e nei locali dell’ex fienile è aperta una mostra permanente sul Sacro Monte.

GAMBASSI TERME

Anche Gambassi terme è un piccolo borgo toscano che si è evoluto rapidamente a centro termale di prim’ordine. La sorgente termale, scoperta nel 1745, ha fatto nascere uno stabilimento moderno e confortevole, con attrezzato un centro benessere di primo ordine per l'accoglienza nei periodi di cura o semplice relax.
Le acque di Gambassi sono le famose acque di Pillo, che vengono classificate tra quelle naturali sorgive ad elevata mineralizzazione. Queste acque hanno una composizione che si può definire eccezionale per abbondanza di ioni di sodio e ione idrocarbonico oltre alla presenza di quantità sensibili di acido carbonico libero. Data la provenienza profonda, l'acqua non può temere pericoli di inquinamento.

LE TERME

Le terme sono situate all’interno dei giardini pubblici di Gambassi, che sono un opera naturale fantastica con piante incredibili come il Pino nero, la Robinia, l'antico e maestoso ippocastano, i lecci e cipressi e altri come lo splendido Faggio rosso, chiamato così per i colori cangianti delle foglie che vanno dal rosso all'ocra, in base a come le colpisce la luce del sole.

Le terme di Gambassi sono specializzate nelle cure idroponiche.